Sul grande web le piccole cose contano molto

giovedì 18 maggio 2017

Anno IX n. 19


Ordinazioni nella Diocesi di Pavia
La Diocesi di Pavia si prepara a vivere due importanti ordinazioni. La sera di
sabato 10 giugno, alle 21 in Cattedrale, sarà ordinato diacono Lorenzo Mancini. Sabato 24 giugno, alle 10 sempre in Duomo, sarà ordinato presbitero Umberto Rusconi; il giorno dopo, domenica 25 giugno, il novello sacerdote presiederà la sua prima S. Messa alle 10 nella basilica di Sant’Antonio Abate e Santa Francesca Cabrini a Sant’Angelo Lodigiano.


L'enciclica di Papa Francesco Laudato si' e lo sviluppo sostenibile
Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali
Giovedì 18 maggio ore 21 - Aula Magna-Collegio Cairoli
Lectio Magistralis di Piero Schiavazzi, docente Link Campus University e Vaticanista l'Huffington Post Italia
Saluti Iniziali:
Prof. Andrea Zatti, Università degli Studi di Pavia -  Rettore del Collegio Cairoli
Introduce:
Prof. Silvio Beretta, Università degli Studi di Pavia - Presidente Istituto Lombardo, Accademia di Scienze e Lettere



Fede e cultura, incontro alla Fondazione Bianchi
Venerdì 19 maggio, alle 19 alla sala Boselli della Fondazione Bianchi di via Menocchio 43 a Pavia, il Comitato di San Luca organizza un incontro su fede e cultura. In particolare ci si confronterà sull’articolo di mons. Franco Giulio Brambilla dal titolo “Per una fede adulta, pensata e testimoniata”. Al termine è prevista la cena comunitaria.


Il mese mariano a Canepanova
Il Santuario di S. Maria Incoronata di Canepanova, a Pavia, ospita diversi appuntamenti di preghiera e riflessione nel mese di maggio dedicato alla Madonna.
Sabato 20 maggio, alle 21, si terrà una Veglia di preghiera mariana. Domenica 21 maggio, alle 18.30, S. Messa solenne per la festa del Santuario presieduta da don Gianni Brera, parroco di S. Francesco.


Aperture straordinarie al pubblico e Visite Guidate a cura dell’aps Decumano Est
Santa Maria Teodote monastero fondato in epoca longobarda oggi Seminario Vescovile (Via Menocchio 26 – Pavia)
sabato 20 maggio 2017 - sabato 17 giugno 2017 - sabato 16 settembre 2017 - sabato 21 ottobre 2017 - sabato 18 novembre 2017
Visite guidate gratuite alle ore 16:00 e alle ore 17:00
E’ gradita la prenotazione: decumanoest@yahoo.it - 348.0624218


La festa di Santa Rita

La basilica di S. Pietro in Ciel d’Oro a Pavia ospita le consuete celebrazioni per la Festa di Santa Rita. Domenica 21 maggio sono in programma alle 17 la benedizione dei bambini e alle 21 la Via della Spina “aux flambeaux” nel chiostro del convento. Lunedì 22 maggio, Festa di Santa Rita, le S. Messe saranno celebrate alle ore 7 – 8 – 9 – 10 – 11 – 16.30 – 18.30 – 20.30; alle 12 è in programma la Supplica a Santa Rita, alle 21 la processione. Nel corso della giornata di lunedì si ripeterà più volte la benedizione delle rose.


Mostra di foto a San Michele
La cripta della Basilica di S. Michele Maggiore, a Pavia, ospita sino al
21 maggio la mostra fotografica “Come eravamo…Parte II”. La mostra è aperta dal martedì al sabato dalle 9 alle 16.30, la domenica dalle 13 alle 16, il lunedì dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 16.30.


COMUNICARE SPERANZA E FIDUCIIA NEL NOSTRO TEMPO - TAVOLA ROTONDA
Commento a più voci di tre immagini tratte dal Messaggio del Papa per la 51ª Giornata mondiale delle comunicazioni sociali
Venerdì 26 maggio 2017, ore 21
Sala Pertusati del palazzo vescovile di Pavia, Piazza Duomo n. 11
Saluto introduttivo
mons. Adriano Migliavacca, vicario generale
Intervengono
dott. Alessandro Repossi, direttore de Il Ticino: Il comunicatore e l’immagine della “macina”
sac. dott. Giovanni Angelo Lodigiani, consulente ecclesiastico AIART Pavia e UGCI Pavia: La virtù della speranza tra comunicazione e teologia
avv. Maria Teresa Minniti, UGCI Pavia: La testimonianza come forma di comunicazione
Modera
dott. Riccardo Colangelo, responsabile provinciale AIART Pavia
La tavola rotonda è organizzata e promossa dalla sezione pavese AIART – Associazione cittadini mediali Onlus



AGENDA DEL VESCOVO
Venerdì 19 Maggio
Mattino Udienze Sacerdoti
16.00 Visita alle ACLI

Sabato 20 Maggio
Mattino Udienze
17.00 Cresime ad Albuzzano
19.00 S. Messa alla Cascina Leona

Domenica 21 Maggio
11.00 Cresime a Casarile
15.00 Cresime a Binasco (1 turno)
17.00 Cresime a Binasco (2 turno)

Da Lunedì 22 a Giovedì 25 Maggio mons. Vescovo è a Roma per l’Assemblea CEI

Venerdì 26 Maggio
10.30 S. Messa a S. Maria di Caravaggio
21.00 Tavola Rotonda “Neuroscienza e Tecnologia” al Collegio Borromeo

Sabato 27 Maggio
10.00 Incontro con l’UCID 14.30
Apertura del Convegno di Teologia del Corpo al Collegio Borromeo
15.30 Cresime a S. Leonardo
17.30 Cresime a S. Mauro
21.00 Processione della Madonna della Stella in Borgo


Sul numero de "il Ticino" nelle parrocchie della Diocesi di Pavia e nelle edicole di tutta la provincia da venerdì
19 maggio, il titolo della copertina è "Il famoso Coro del Teatro alla Scala per un grande concerto in Duomo.
Pavia, l'evento in programma mercoledì 24 maggio rientra nel ciclo di musica sacra per le chiese lombarde". L'editoriale, firmato dal direttore Alessandro Repossi, ha come titolo "Sanità a Pavia, una risorsa da difendere".
Pavia, si è dimesso l'assessore Davide Lazzari, indagato per turbativa d'asta con Claudio Tedesi e Pietro Antoniazzi, ex dirigenti dell'Asm. L'inchiesta riguarda l'acquisto di telecamere per il centro storico.
Dalla prima pagina, per la rubrica "L'opinione", parte il commento di Alessandro Cattaneo dal titolo "Quale legge elettorale per l'Italia".
Duomo gremito per l'affidamento della Diocesi alla Madonna di Fatima.
Solidarietà e cultura, il futuro del "Piccolo Chiostro" del Ss. Salvatore di Pavia.
Testamento biologico, sabato 27 maggio il convegno Socrem a Pavia.
"Teologia del Corpo", al Collegio Borromeo il congresso internazionale con il Centro di Aiuto alla Vita.
Da venerdì 19 a mercoledì 31 maggio a Pavia la Sagra della Madonna di Caravaggio.
Mercoledì 24 maggio la Festa di Maria Ausiliatrice alla parrocchia di Santa Maria delle Grazie a Pavia.
A S. Cristina nascerà un centro sportivo per atleti disabili.
Gerenzago in festa per il centenario della Madonna di Fatima.
"Porte aperte alla Cascina Tessera": domenica 21 maggio l'evento all'azienda agricola di Valeggio.
Completano questo numero de "il Ticino" altre notizie dalle comunità parrocchiali della Diocesi di Pavia, l'attualità, gli appuntamenti, la pagina dedicata a Papa Francesco, quella della sanità e la pagina dei servizi utili.


Dopo Il paese del cuore e Un discreto infinito, Emanuela Ghini ha dato alle stampe una nuova raccolta di poesie: Sull’orlo del mistero. Carmelitana scalza e scrittrice, suor Emanuela ha al suo attivo una produzione letteraria di generi diversi: biblico (Lettera ai Colossesi, Il Vangelo dato e ricevuto); spirituale (Vie di preghiera, Il segreto dei Chassidim, Cantico); biografico (Oltre ogni limite) e narrativo (Elisa. La via della montagna). Nelle trentanove poesie accompagnate dalle fotografie di Bruno Meucci, Emanuela Ghini “con estremo riserbo, con la delicatezza allusiva che caratterizza il colloquio intimo, racconta la propria storia e quella di tanti di noi”. Un primo gruppo di liriche è raccolto nella sezione che dà il titolo al volume. Nel frammento di Non so vibra la gioia di un amore puro e assoluto: “… Non so / se è amore / sentirsi nel silenzio / oltre le parole / nell’unica Parola / che ci contiene / sinfonia / infinita / icona / dai cento colori / danza / dai pensieri innumeri …”. Alba è una preghiera venata di spiritualità: “Silenzio / sul far dell’alba / il tuo / fasciarci di te. […] Tremito / colmo di pace / muto / precipitare / immobile / andare / perduti / entro di te”. Nei versi di Annunciazione, Emanuela Ghini fa rivivere, in una delicata atmosfera mistica, l’incontro tra l’arcangelo Gabriele e Maria: “Mezzogiorno. / Nell’aria assolata / i rintocchi / dell’angelus / vivi. / Laggiù / sfolgorio del mare / incendiato / da un’onda di luce. / Silenzio / sul mondo / che pare / in attesa. […] Per pochi / è l’ora / in cui Gabriele / appare / a Maria / e le sussurra / lo sconvolgente saluto. / Altri forse / sfiora / il fremito lieve / di una presenza / che desta / pensieri sommersi.”. Accoglienza è lode per il dono della fede e della vocazione: “Mi accogliesti / come ero / vestita di stracci. / Mi donasti / l’abito bianco / che irradia splendore. / Ritornerò / vestita di ombra / ma tu / Tu sei la luce.”. Ne La sfida suor Emanuela s’interroga sulle tragedie dei migranti: “Mare nero / di cento corpi / affogati. / Dove sei / se sei la vita? / Grembi di donne incinte / affiorano dall’acqua. / Ti chiamano amore … / Vergogna sul volto / nel cuore ghiacciato / di chi vede impotente. […] Muori cento volte / Cristo Gesù / in ogni naufragio. / Strappaci dal naufragio / dell’indifferenza.”. Le quattordici poesie de Stanze della memoria si connotano per l’intensità di sentimenti e la forza delle passioni.  Come in L’urlo, esaltante e fiera sfida alla vita: “Diciotto anni / fame di vivere / ma più / di sapere / perché. / Domanda rivolta / a umani distratti / perduti / in possessi / passioni / poteri. / Gridata / a cose inerti / murate nel silenzio. / Urlata / a cieli lontani / montagne incombenti […] Ricaduta addosso / a spegnere la vita / a mostrare / in un ghigno / beffardo / lo scheletro / spolpato / compostamente seduto / che ride / da orbite vuote.”. Toccante è la poesia Sacrificio: “… Nel vuoto / di un duro morire / che spoglia / e denuda / eri l’ostia / la tenue farina / offerta / al corpo di Cristo / bianco / tacito spazio / al tuo sacrificio / supremo, / seme / marcito nel solto / altrove fiorito / in vita / d’ignoti fratelli.”. Ritorno è l’omaggio a una consorella: “Dalla tua isola / verde / pellegrina di assoluto / approdasti / a rocce scabre / elevate / su abissi / per consumarvi la vita / fissa / all’orizzonte lontano / al limite / dell’universo. […] portasti genio e cuore / li donasti / a piene mani / in anni bruciati / da fatiche insonni / nel fuoco / di un amore divorante. / Ora / torni a guardare / a sera / al di là dal mare / il profilo / dell’isola amata / fuso ormai / con quello / dell’ultima terra / verso la quale cammini / a passi / divenuti lenti …”. Intimità raccoglie dodici componimenti caratterizzati da una metrica diversa che rileva “la cifra di un abbandono tutto femminile, di una confidenza raggiunta e quotidiana” e fa percepire il linguaggio dell’anima della poetessa. Di quest’ultima sezione citiamo L’attimo (“Mi amasti / Un momento / Infinito / Fuori dal tempo. / Mi lasciasti / In un attimo / Sigillo / Di tutto il mio tempo.”) che esprime la gioia di una chiamata, l’incalzante Mistero (“Non ti vedo / Ti vivo / Non ti tocco / Sono in te / Mi sfuggi / Perché mi contieni / Tendo a te / E tu mi reggi. / Gioco bello / E straziante / La vita.”), la splendida Rimanere (“Sparirò / Neppure un’ombra / Leggera / Resterà / Sulla sabbia / Della mia vita / Battuta dal vento. / Ma tu / Nell’alito dolce / Dello Spirito / Mi renderai ospite / Di ogni creatura / Amata.”) e la toccante Oh tu! (“Ridda di parole / Tu il silenzio / Profusione di colori / Tu luce chiara / Vortice di suoni / Tu immobile quiete / Flusso di sapori / Tu acqua nuda / Ebbrezza di profumi / Tu pura assenza / Sazietà colma / Tu abbraccio cavo …”). Le poesie di Emanuela Ghini, come rileva Lorenzo Gobbi, “emergono dal sussurro intermittente dell’intimità, ne recano il timbro caratteristico: molto lasciano intuire, anche se sembrano dichiarare, a tratti, senza ambiguità; alludono a esperienze che non ci è dato conoscere, ma che assomigliano alle nostre, e ci riportano, così, a noi stessi”.

Emanuela Ghini
Sull'orlo del mistero

Edizioni Feeria-Comunità San Leolino. Pagine 98. Euro 12,00